GRUPPI ALPINI VALSUGANA E TESINO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

I Gruppi
 
 
 


Costituito nel 1960



Il Gruppo Ana di Pieve Tesino è nato il 21 Agosto 1960,alla presenza di numerose autorità civili e militari con il rito religioso celebrato da Don Onorio Spada. Madrina del gagliardetto fu la vedova di guerra Berta Tessaro
E' stato intitolato alla memoria del Tenente  degli alpini Silvano Buffa,medaglia d'oro al valor militare,nato a trieste da genitori pievesi e caduto sul Mali Spadarit,fronte greco il 10 Marzo 1941.
Le prime iniziative del neo costituito gruppo alpini furono rivolte principalmente all'organizzazione delle feste campestri che si svolgevano in varie località del territorio ,Sorgazza, Castel dei Corni,Drio Castello allestendo improvvisate cucine e coperture in legno e ramaglia per la distribuzione delle bibite.
Il tutto veniva trasportato sul posto dal "Camion" di Romano Fietta che in forma gratuita metteva a disposizione il mezzo.
Nel 1970,su progetto dell'ing. Mario Buffa e per iniziativa del gruppo,un apposito comitato presieduto dal Professor Alberto Ognibeni,fu inaugurato il tanto atteso Monumento ai caduti eretto in Piazza Giovanni Buffa Schievano a fianco l'edificio comunale.


Alla cerimonia erano presenti diverse autorità civili,militari e religiose che hanno partecipato alle cerimonie ufficiali accompagnate dalla Banda Sociale di Pieve e dal picchetto armato del Feltre.
I saluti ufficiali sono stati portati dal sindaco Alcide Nervo, dal senatore Remo Segnana e dall'assessore Provinciale Guido Lorenzi che hanno elogiato il gruppo ed il comitato per aver donato alla popolazione pieve se un'opera così importante che onora tutti i caduti di Pieve. Padrino del monumento è stato nominato Mario Buffa,fratello di Silvano M.O e madrina della bandiera dell'associazione famiglie caduti e dispersi in guerra consegnata dal cav. Gran Ufficiale Nunzio d'Amico, la signora Berta Tessaro.
Un riconoscimento particolare è stato consegnato a Don Remo Pioner,da parte del Capo Gruppo Bruno Gecele per l'interessamento e la continua disponibilità negli anni precedenti all'interno del comitato,regalando un cappello alpino ad onorem.
Diverse sono state,nel corso degli anni successivi le iniziative del gruppo: ricordiamo a più riprese gli interventi di sistemazione al  cimitero di guerra 1915-1918 in località Sorgazza; nel 1976 la collaborazione all'opera di ricostruzione in Friuli dopo il devastante terremoto,inviando a più riprese 18 soci e volontari al cantiere N° 3 di Buia ed in particolare ricostruendo la casa di abitazione della famiglia Vezzio con la quale si è instaurata una lunga amicizia.

La partecipazione ,nel 1980-81 al rifacimento della Baita Don Onorio Spada a Trento con la prestazione di dodici giornate lavorative coordinate dall'allora consigliere sezionale Emanuele Granero.
Negli anni successivi,Emanuele Granero,grande appassionato dello sci da fondo in collaborazione con gli alpini di Pieve ha organizzato, in Località Celado  il Trofeo Granero,gara  inserita nel programma sportivo sezionale.
All'inizio degli anni ottanta,l'amministrazione comunale mette a disposizione dei locali presso l'ex edificio scolastico di via Rovigo per la realizzazione della prima sede sociale del gruppo . Dopo alcuni mesi di lavoro di soci e simpatizzanti,anche il gruppo alpini di Pieve era dotato di una accogliente ed ampia sede.
Nel 1985,per ricordare il compianto Alberto Ognibeni  co-fondatore  e capo gruppo per diversi anni ,il gruppo ha organizzato una gara di fondo sezionale in val Malene con partenza ed arrivo presso l'omonimo campeggio.
Nel 1994,aderisce all'iniziativa dell'amministrazione comunale per raccogliere fondi  all'acquisto di due cucine industriali da consegnare all'asilo di Castello d'Annone  ( Asti )colpito da una spaventosa alluvione.
Il 14-15-16 Luglio 1995 con una imponente cerimonia,festeggia i primi 35 anni di fondazione con la presenza della fanfara della Brigata Cadore.
Durante la cerimonia religiosa al Colle di San Sebastiano viene nominata la nuova padrina del gruppo la signora Azzelina Avanzo ,dopo la scomparsa di Berta Tessaro.
Oltre ai momenti di ricordo degli alpini del gruppo andati avanti e gli onori ai caduti sul monumento,il programma prevedeva momenti di festa con il lancio di paracadutisti, il carosello della fanfara della Cadore e serate danzanti presso il teatro tenda.
Nel 1998 un buon gruppo di alpini ed amici,partecipa con diverse giornate di lavoro alla ristrutturazione della nuova sede  sezionale in Vicolo Benassuti a Trento.



Il primo Dicembre 2001,circondato dai familiari,dalle autorità civili militari e religiose e da una folla di alpini ,dopo sessanta anni dalla sua eroica morte è tornato nella verde valle del Tesino la Medaglia d'Oro al Valor Militare il Tenente Silvano Buffa.
Il Gruppo,in collaborazione della direzione ANA nazionale,l'esercito e la famiglia Buffa ha coordinato la cerimonia per il ritorno a Pieve della Medaglia d'Oro.
Il presidente nazionale Parazzini ha portato il saluto dell'associazione Nazionale Alpini accompagnato dal labaro con le sue 220 medaglie d'oro.
Gli onori militari sono stati presentati dal picchetto armato del Feltre e dalla fanfara militare della Jiulia che ha accompagnato il corteo funebre dalla Chiesa al Monumento ai Caduti.
Il coro della Brigata Tridentina ha partecipato alla Messa ed al momento di tumulazione dell'ulna contenente i resti di Silvano Buffa nella tomba di famiglia presso il cimitero comunale con canti alpini di circostanza.
Il 25-26-27 Luglio 2003 accogliendo l'invito della Sezione di Marostica, il gruppo ha programmato la tre giorni con l'intervento dei Muli , predisponendo il  campo base di  Sorgazza e la giornata in Forcella Magna dove i muli hanno trasportato il materiale necessario per la sistemazione della lapide che ricorda il Tenente Cecchin ed il rancio alpino consumato presso il lago di forcella Magna.
Il giorno successivo,al Cimitero di Guerra di Sorgazza la cerimonia religiosa con la Santa Messa celebrata da Don Claudio Ferrari su un'originale altare da campo della prima guerra mondiale per festeggiare i 50 anni di fondazione della Sezione di Marostica  che proprio in Sorgazza  era nata nel 1953.
Nel 2005 su proposta della Compagnia della Guardia di Finanza di Fiera di Primiero e Borgo Valsugana viene celebrato un incontro sui luoghi della  Grande Guerra presso il Lago di Forcella Magna.
Il Vescovo della diocesi di Trento Luigi Bressan ha celebrato la Santa Messa accompagnata da una rappresentanza del coro Valsella con finanzieri ed alpini accompagnati dai rispettivi comandanti e dal presidente della Sezione ANA di Trento Demattè.
Anche in questa occasione ,il gruppo di Pieve ha coordinato l'evento che si è concluso presso il campeggio di Val Malene con un momento conviviale.
Con i gruppi di Castello e Cinte tesino ,nel 2006 si è organizzato il primo Trofeo ANA  Conca del Tesino,gara sezionale di slalon gigante per alpini ed amici degli alpini che si è svolta sulla pista Piloni delle Marande al Passo Brocon.
La gara è stata riproposta anche nel 2007 e 2008.

Nel 2009, viste le numerose gare di sci alpino nel programma sezionale si è deciso di proporre un'altra disciplina sportiva invernale da svolgersi nella piana della Conca tesina "La Caspada del Tesino".
Una camminata con le racchette da neve aperta a tutti,alpini e non ma soprattutto gruppi famigliari che sono giunti numerosi all'appuntamento.
La stessa manifestazione si è ripetuta nel 2010 con incremento di partecipanti.
Giunti al traguardo posto presso il campo sportivo di Pieve ,tutti hanno gustato un ottimo piatto di pasta preparata dai vigili del fuoco di Pieve all'interno della Palestra Comunale.
Alcuni alpini hanno lavorato  diversi mesi per allestire ed organizzare i nuovi locali,messi a disposizione dall'amministrazione comunale presso il piano terra dell'edificio scolastico per la nuova e definitiva sede del gruppo.
Sede che sarà inaugurata in occasione del 50° del gruppo con una specifica cerimonia.
Accanto a queste iniziative,l'attività del gruppo è caratterizzata da alcuni appuntamenti tradizionali che si sono ripetuti nel corso di questi cinquant'anni . Ricordiamo l'incontro, il giorno del patrono di Pieve San Sebastiano con gli ospiti della casa di riposo,l'ultima domenica di carnevale la grande festa in piazza,inizialmente nata solo per i ragazzi delle scuole e dell'asilo e successivamente, con la collaborazione dei Vigili del Fuoco la manifestazione è cresciuta di anno in anno tanto da diventare il carnevale più frequentato del Tesino e non solo.



In Novembre ,dopo la cerimonia di ricordo di tutti i caduti al Monumento e la deposizione della corona d'alloro, la castagnata offerta dal gruppo a tutti i paesani.
A Natale,assieme ad altre associazioni pievesi  predispone in Piazza Maggiore un ristoro con The ,vino caldo e cioccolato in occasione dell'incontro con Babbo Natale .





Grazie ad un gruppo di persone preparate  gli alpini aderiscono a varie iniziative organizzate da enti o altre associazione curando la parte culinaria .




Capigruppo dalla fondazione:



prof. Alberto Ognibeni 1960-1963
sig. Giulio Marchetto 1963-1964
sig. Emanuele Granero 1964-1965
sig. Gino Nervo 1965-1966
sig. Bruno Gecele 1966-1967
sig. Elio Boso 1967-1968
sig. Renato Rizza` 1968-1969
sig. Bruno Gecele 1969-1971
dottor Silvestro Mengon 1971-1978
sig. Livio Gecele 1978-1979
prof. Alberto Ognibeni 1979-1981
dottor Silvestro Mengon 1981-1982
sig. Bruno Gecele 1982-1985
sig. Fabio Ognibeni 1986-1991


sig. Pietro Buffa 1991-1993
sig. Saverio Nervo 1993-1998
sig. Sandro Gecele 1998-2000
sig. Saverio Nervo 2000-2002
sig. Sandro Gecele 2002-2005
sig. Silvano Gecele 2005 in carica





TORNA INDIETRO

 
 
 

A.N.A. Valsugana e Tesino โ€“ Via Delle Case Nuove - n. 27- 38050 โ€“ Bieno โ€“ (TN) - P.IVA/C.F.02240180220

02/12/2012
Cerca
-
Torna ai contenuti | Torna al menu